Crepet: "Non ci sono prove scientifiche che il gioco d'azzardo fa male". Questa frase del celebre psichiatra ed opinionista televisivo - utilizzata da Lottomatica per bloccare le misure anti-ludopatia volute da un sindaco- ha accesso un aspro dibattito intorno alla figura dello psichiatra. Ma cos'è la ludopatia?  Si tratta di una malattia da gioco d'azzardo, che porta allo stesso comportamento della tossicodipendenza: isolamento dell'individuo, ossessione nevrotica per la continue puntate e una frenetica ed insana attesa della vincita. si tratta di un mercato che vanta cifre da capogiro: circa 96 miliardi di euro l'anno, di cui lo Stato ne incassa oltre 10.  Come riporta i lportale tiscali.it, " Il parere di Crepet ha scatenato polemiche, è stato oggetto di un duro attacco sulle pagine del Corriere della Sera da parte di Gian Antonio Stella e ha portato a prese di posizione da parte di associazioni come il Gruppo Abele e di colleghi, come lo psichiatra Graziano Bellio. Crepet sostiene che le sue parole sono state semplificate e travisate".

gregoriosettimo